Un discorso d’atmosfera.

Share

Sembra che il senso di ‘grazia’… intendo… quell’atmosfera ‘effetto castello’, sia una caratteristica delle case che hanno attraversato il tempo. Un esempio fra tutti, un castello, in Francia, dentro un bosco, che fu usato dalla nobiltà esclusivamente per farci feste, ed ancora se ne sente l’energia. Ma se si abita in un appartamento qualunque come si fa? Oggetti antichi e teoria della dissonanza cognitiva per lanciare l’incantesimo.

Leggi tutto

Progettare un pavimento

Share

Progettare un pavimento è creare una storia che sfugge alle convenzioni. A cominciare dalla percezione di essere sopra. Poi bisogna tenere conto della prospettiva dai vari punti della casa. Infine i pavimenti assieme a pareti e soffitti sono l’ossatura della realtà che vogliamo andare a creare. Conclusione: il primo passo è avere chiare trame e sottotrame.

Leggi tutto

Anche gli alberi hanno il loro capodanno

Share

In Israele è rimasta viva una bella tradizione. Un tempo dopo che si era finito il raccolto e pagato le tasse si usava piantare un albero. Oggi questa festa è detta: il capodanno degli alberi, “Tu’Bishvat”. Un’idea che arriva da molto lontano. La più simile e quella che avevano i Celti…

Leggi tutto

Il potere degli oggetti: le ceramiche di Julie Spako

Share

Difficile capire quale sia l’identità di una città. Pensate a New York con le sue tante anime. Eppure c’è un minimo comun denominatore: la terra. La scienza che studia il suolo, la posologia racconta che la terra è il risultato di un ecosistema quindi ogni posto nel mondo ha il suo. Dunque l’identità in un piatto di terracotta? Per me si. Meglio alcune ceramiche di Julie Spako sono New York.
Ma quale relazione li leggerà ? Tra La a podologia, la scienza che studia la terra, e una favola russa.

Leggi tutto

Quasi un forfait. (Dove andiamo quando sogniamo?)

Share

L’idea di Paul Maria Schnneggenburger è stata chiedere ad alcune copie di amici di dormire nel suo studio e farsi fotografare mentre erano nel mondo dei sogni. Conclusione ha scoperto per via dei movimenti che facevano… che anche mentre dormono c’è una connessione tra innamorati.

Leggi tutto

La forma delle sensazioni

Share

Jacqueline Yao scolpisce le sensazioni. Fa diventare questo sentire, un oggetto sperimentabile con i sensi. Lei dice, che non sappiamo chi siamo. Non conosciamo le profondità del nostro inconscio. L’unico modo di agguantarci è: sentire. Siamo stratificazioni di emozioni. Apparteniamo ai nostri sogni o a ai nostri incubi, quello che facciamo ci definisce. E lei è definita dai suoi gioielli/sculture.

Leggi tutto

I gioielli di Patrizia Fratta sono un respiro

Share

Creare e crescere hanno la stessa radice etimologica.
Chi si intende di grammatica racconta che ‘crescere’ è un verbo incoativo, cioè esprime l’azione di ‘creare’.
Dunque Essere & Fare in un connubio indissolubile.
Mi danno questa sensazione, i gioielli di Patrizia Fratta.

Leggi tutto

‘Effetto felicità’

Share

Amy Friend è l’artista che è riuscita a dare una forma fisica all’ ‘effetto felicità’;  l’incantesimo, che trasforma chiunque, in una persona: ‘polvere di stelle’. La casistica, nella realtà, è varia. Ma tutte danno l’impressione d’essersi trasformati in Talismani viventi.
È davvero una questione di energia?

Leggi tutto

Dream Whisky e la ‘Grazia’

Share

A volte tra le persone che incontro ce n’è qualcuna che ha la ‘grazia’. Quel qualcosa di indefinibile, come se avessero una bellezza tutta loro (e al di là dei canoni estetici) che li trasfigura, li rende… rarefatti, eterei. Sono Ballerine di Degas. Qualunque cosa facciano, dicano o vestano, volano leggiadri sul mondo.
E anche se Dream Whisky non è una persona, ma un  progetto, esattamente, un pezzetto di Scozia a Milano -e la Scozia è  il suo Whisky-,  lo percepisco cosi. 

Leggi tutto

“Conforting Home”

Share

A volte succede che ci si sente così nella propria pelle dentro un abito che ci si scorda addirittura di essere vestiti. Le ‘conforting homes’ di Nathalie Deboel sono esattamente questo. Ambienti che hanno a che fare con i paesaggi interiori di chi li abita, tanto da far dubitare che mai siano state disegnate da qualcuno, ma, semplicemente, esistono.

Leggi tutto