Jeans & Marsina

Share

Francia o Italia 1770/1780 Taffetas ad effetto Gros de Tour. Ibc Regione Emilia Romagna ©DonoDaniloBartoli2006

Le marsine hanno tutto un loro fascino. La bella notizia è che si sta per entrare nella stagione dei soprabiti dunque perché scegliere di appiattirsi a qualche diktat da rivista patinata? “Sii te stesso, gli altri sono già occupati” diceva Oscar Wilde.

©fifty four

E a proposito la marsina è un indumento sulla quale fare un pensiero. Le spalle, il collo, la linea sinuosa: il suo disegno deriva dalle armature medievali. Arriva da qui la forza che emana. E poi il potere, quella della seta, dei ricami preziosi, dei tagli sartoriali. Rimanda a vite vissute al di sopra dell’umana miseria. Il senso della nobiltà. Certo non di attualissima invenzione.

©cleofefinati

D’altra parte, che si esca dal trip “nuovo è bello a prescindere” una volta per tutte. E fondamentalmente per un discorso di forma, anzi di regalità. Ammesse le necessarie aggiustatine e sdrammatizzazioni -visto che le sensibilità cambiano, comprese le emozioni che si vogliono vestire- per esempio con paio di jeans.

Perché alla fine, una volta individuata la formula magica, che senso ha distruggere? Meglio costruire. Elisabetta Guida

L’idea sarebbe usare elementi degli abiti da cerimonia, in questo caso di Cleofe Finati (www.cleofefinati.com)In queste caso le fotografie sono da vedere con fantasia… togliete tutto eccetto la marsina e aggiungete jeans e maglietta.

 

Commenti chiusi