Al momento giusto, nel posto giusto?

Share

Una decana di Marzo dipinta da Fraancesco del Cossa sui muri di Palazzo Shifanoia a Ferrara (via wikipedia). I decani derivano dall’astrologia egizia, sono dei ed ogni segno zodiacale ne ha tre. Da loro derivano le nostre decadi.

Lionello Estense, marchese di Ferrara, era uno non lasciava niente al caso.  Addirittura sceglieva gli abiti guidato dall’oroscopo a seconda della divinità che presiedeva il giorno della settimana: tra l’umanesimo e il rinascimento l’occulto erano una cosa seria. D’altra parte l’oroscopo è un po’ come avere la possibilità di sapere in anticipo le circostanze che si affronteranno per uscirne vivi. E poi si sa, se i vestiti sono la nostra seconda pelle, colori e fogge hanno un potere.

E nel 1400 simboli e teorie cominciavano ad arrivare e diffondersi, grazie all’invenzione della stampa, da culture antiche e lontane come il mondo arabo. Per esempio nel 1460, Lorenzo il Magnifico aveva fatto tradurre il Corpus Hermeticum, un trattato di Alchimia, la scienza che indagava la realtà attraverso la magia e mirava alla pietra filosofale –la sostanza che una volta trovata avrebbe trasmutato gli altri materiali in oro, sconfitto ogni malattia, donando la conoscenza assoluta e fatto raggiungere l’immortalita-.

Idea per i prossimi giorni: scegliere i vestiti come Lionello Estense: magari funziona, alla fine chi lo sa cos’è scienza e cos’è superstizione. Elisabetta Guida

 

Commenti chiusi