La Design Week è uno stato dell’essere (News 2019)

Share

Viene da pensare alla fenomenologia o a quell’idea per cui se a una domanda c’è una risposta esaustiva, beh allora c’è da preoccuparsi perché significa che non si vede la voragine dell’inconoscibile  nascosta dietro le parole. Il punto è che durando solo una settimana allo scadere dovrebbe  dare un senso…

Continue reading

Una storia di bottoni

Share

All’inizio si trattava di spille, poi molte chiusure sono diventate bottoni. Sarà che non esiste una vera differenza tra loro e un gioiello.  Al di là di tutto quello che si potrebbe dire riguardo ai materiali, ai progetti a cui hanno lavorato vetrai, ceramisti, orefici, pittori… o all’idea di cosa…

Continue reading

Tra dentro e fuori. Vivere in un giardino

Share

Credo che abitare un giardino sia uno degli archetipi dell’umanità. E l’architettura sembra essere in viaggio verso il paradiso perduto. Pare che in epoca vittoriana fossero ossessionati dall’osservazione della natura.  Durante la metà del 1800 Decimus Burtun, progettò per Kew Garden la Temperate House, una serra che in quegli anni…

Continue reading

La design week 2018 è un albero

Share

23, aprile, 2018- Sarà che mi girano ancora in testa le parole di Jean Marie Massaud. L’anno scorso durante un intervista gli avevo chiesto: “il mondo, il design… dove stiamo andando?” Lui mi disse verso un mondo dove biologia, tecnologia e ambiente si sovrapporranno. E la design week 2018 è…

Continue reading

Design Week 2017: la magia impercettibile è la nuova frontiera

Share

Ho chiesto ad Ora Ito cosa fosse la bellezza, ha risposto: tu! Chiaro non intendeva me, piuttosto la meraviglia del creato, la perfezione insita in tutto quello che è natura. La bellezza nascosta che aleggia dietro cose e persone. (Mi viene da pensare se siamo oltre della sezione aurea  –la…

Continue reading

“Mucchietti”: disordine o sculture? La forma di una casa

Share

All’inizio è il sistema più affidabile per trovare in un lampo quello che serve. Il big bang, il principio della creazione. Poi il brodo primordiale lentamente prende forma. La logica del proprietario, meglio dell’erosione del vento e dell’acqua, raggruppa chiavi, documenti, vestiti, biglietti da visita, scarpe, pen drive e paccottiglia…

Continue reading

Abitare un castello

Share

Il passare del tempo accorcia le distanze, e anche i metri quadri disponibili. Ma questo è tutt’altro che un problema: perché il significato ha superato la forma.  “Essere o non essere” si chiedeva Amleto, oggi non ci sono più dubbi. C’è voluta la rivoluzione industriale e Le Corbusier, poi finalmente…

Continue reading