Design week 2019 Preview: 7 Aprile, Aldo Cibic e l’Hotel Savona 18

Share

Oggi all’hotel Savona 18 c’è stata la preview di Aldo Cibic. Ha presentato una serie di oggetti “Aesthetics of Vitality” in cui ha cercato di distillare poesia ed eternità. Lui è un pezzo del design. Aveva lavorato nello studio di Sottsass ed era tra gli invitati aquella sera di dicembre……

Continue reading

Design week 2019 preview: 7 Aprile, M’Afrique Detached, Moroso + Ingo Maurer

Share

L’allestimento di Moroso per il fuori salone è M’Afrique Detached. Le sedute ed alcuni dei complementi sono in fibra di plastica. il materiale che in Africa usano per fare le reti da pesca (Curiosissimo) Gli intrecci sono tutti fatti a mano in una fabbrica a Dakar. Oggi pomeriggio c’è stata…

Continue reading

La Design Week 2019 omaggia Leonardo Da Vinci con due eventi

Share

Non so perché hanno la mania di far cadere le celebrazioni a partire dall’anno della morte. Certo è l’assenza che rende preziosi. Però bisogna dire che è un modo di pensare un po’ buio e un tantino ipocrita. “Chi muore giace e chi vive si da pace” e di danni…

Continue reading

Ingo Maurer & Moroso

Share

Ieri sera  Patrizia Moroso ha presentato l’inizio della collaborazione con Ingo Maurer.  Lei fa sedute, lui luci: impossibile dire di più. Perché i loro oggetti, presi sia singolarmente che insieme sono di più e allora si finisce per banalizzare con delle etichette piatte e senz’anima. Certo a discolpa è che…

Continue reading

La Design Week è uno stato dell’essere (News 2019)

Share

Viene da pensare alla fenomenologia o a quell’idea per cui se a una domanda c’è una risposta esaustiva, beh allora c’è da preoccuparsi perché significa che non si vede la voragine dell’inconoscibile  nascosta dietro le parole. Il punto è che durando solo una settimana allo scadere dovrebbe  dare un senso…

Continue reading

Il Ballo del Doge 2019

Share

Sembra che la matematica sia l’ossatura della realtà. Quelli de “Il Ballo del Doge” sono 2 coreografi, 10 assistenti (le coreografie sono dipinte a mano), 14 make-up artist, 12 pirotecnici, 2 life designer, più di 100 artisti, tutta la cucina e il dietro le  quinte che ammonta a 300 persone…

Continue reading

Scarpe, scarpe e scarpe. (L’inverno 2019/2020)

Share

13 febbraio- Involontariamente ho cancellato dalla mia Reflex tutte le fotografie scattate al Micam. Sarà stato il mio inconscio a prendere per me la decisione? Si. Ma considerato che ci ho speso la mattinata ho deciso che avrete i miei disegni! Andando al sodo ecco i trend per l’autunno/inverno 2018/2019.…

Continue reading

E’ tempo di rifugi (perché i ripari sono abbracci)

Share

L’aria ha un odore diverso dal solito, profuma di legno e di freddo. Perché anche il freddo ha un odore, qualcosa di simile a un bucato steso. O almeno questo è quello sento quando vado a correre. E mi fa pensare alle feste che stanno arrivando, le vacanze d’inverno, i…

Continue reading

Natale News, regali: qualche idea.

Share

1-La tovaglia che non si stira e si asciuga in un minuto (d’orologio). Un portento creato dal  March Design Studio. Si chiama tovaglia “PicNic”, è in polietilene, resistente agli agenti atmosferici e può essere quadrata, tonda oppure rettangolare. Venne presentata qualche Maison et Objet fà a Parigi. Per saperne di…

Continue reading

Una storia di bottoni

Share

All’inizio si trattava di spille, poi molte chiusure sono diventate bottoni. Sarà che non esiste una vera differenza tra loro e un gioiello.  Al di là di tutto quello che si potrebbe dire riguardo ai materiali, ai progetti a cui hanno lavorato vetrai, ceramisti, orefici, pittori… o all’idea di cosa…

Continue reading

Design News: Dal 4 al 10 novembre

Share

Francesca Mo & Raffaella Valsecchi  Una sera della scorsa estate Francesca Mo mi aveva invitata nella sua bellissima casa per un aperitivo. Mentre chiacchieravamo e mi faceva vedere le sue nuove creazioni mi ha detto una cosa che trovo la definisca. Stavo guardando “the soul of tree”, che allora era…

Continue reading

Tra dentro e fuori. Vivere in un giardino

Share

Credo che abitare un giardino sia uno degli archetipi dell’umanità. E l’architettura sembra essere in viaggio verso il paradiso perduto. Pare che in epoca vittoriana fossero ossessionati dall’osservazione della natura.  Durante la metà del 1800 Decimus Burtun, progettò per Kew Garden la Temperate House, una serra che in quegli anni…

Continue reading