Itinerari prodigiosi tra Maastricht, Amsterdam e New York

Share
Monet, Il sole filtra tra la nebbia. Via Wikicommons

7 Marzo 2018-Trovo che niente sia come la luce lattiginosa che abbraccia alcune mattine. Sarà per la nebbiolina che si alza; che poi non è altro che un insieme di gocce sospese nell’aria colpite dalla luce del sole. Ma è come se mettesse a fuoco tutto il magico che ci vive intorno.

Ed è questa la sensazione: a volte è un’atmosfera o un oggetto, altre un luogo.

Memento Mori Teschio, Pendente Germania, 17mo secolo, rame e vetro.

Nei prossimi giorni potrà trattarsi di 46 pezzi di gioielleria Europea -dall’ottavo al diciottesimo secolo- raccolti sotto il titolo “the thing of mine I have loved the best” (le cose che ho amato di più). Una frase che arriva dal testamento di una duchessa inglese, vissuta nel medioevo, che lasciò al figlio alcuni reliquari.

Cintura Magica. Probabilmente appartenuta ad un bambino, avrebbe dovuto allontanare lo spirito del diavolo. XVII secolo
Pendente del 7 secolo in vetro

A Sandra Hindman, la fondatrice di Les Enluminures -una galleria d’arte specializzata in manoscritti, miniature e gioielli dal medioevo al rinascimento– ci sono voluti 15 anni per mettere insieme la collezione e mai, fino al prossimo 10 marzo è stata esposta al pubblico. Allora aprirà, a Maastricht il Tefaf, la fiera dell’arte, dell’antiquariato e del design più importante del mondo. E per i monili di Les Enluminures il mistero e la magia saranno parte integrante del loro essere. Si vedranno amuleti, talismani, reliquie.

Il ponte più vecchio d’Olanda che lega l’Antica Maastricht con il quartiere Wyck

A proposito di quelli medievali Sandra Hindman ha detto i gioielli erano gli oggetti più intimi dell’epoca. E proprio per questo Cinthia Hann, professoressa di storia dell’arte, ha aggiunto che siano stati fondativi del prodotto artistico del tempo. Ma al di là delle interpretazioni storico artistiche, quello che li rende vivi è connessione che questi gioielli hanno sul nostro presente. L’universo misterioso: le proprietà esoteriche di minerali, piante, animali; la fisica quantistica.

Corpus Hermeticum, Marsilio Ficino, peima edizione. Via Wikipedia

Un tempo c’era l’alchimia, il sapere degli antichi, l’esoterismo, l’ermetismo ecc… Oggi ad Amsterdam, a circa 210 chilometri da Maastricht, c’è la Ritman Library (dal 17 novembre il suo nuovo nome è The embassy of the free mind) una biblioteca che custodisce 23.000 volumi antichissimi rari e curiosi -da poco saltata agli onori delle cronache perché Dan Brown ha donato 337.000 dollari per permettere la consultazione online di più volumi-. C’è anche un museo ed un caffè, ma me lo immagino come un posto magico, una stanza nascosta tra le nebbie della vita contemporanea, sotto gli occhi di tutti e nello stesso tempo celata. Mi ricorda Les Enluminures (la galleria è francese) e la sua sede a New York: un antro della sibilla, una caverna magica. Elisabetta Guida

Per saperne di più:

Les enluminares : “The thing of mine I have loved the best”:  Meaningful Jewels

TEFAF Maastricht  Stand 276 March 8 to 18, 2018

Les Enluminures, New York 23 East 73rd Street April 5 to 20, 2018

The Ritman Library (The Embassy of the Free Mind): è aperta al pubblico dal mercoledì al sabato dalle 10 alle 17 alla House with the Heads, 123, keizersgracht, Amsterdam. Il biglietto costa 9 euro e ci sono tour guidati dalle 10.30 alle 14.30. Si possono fare anche visite guidate private. La biblioteca è un luogo dove si possono trovare libri provenienti da tutto il mondo, è a disposizione una piattaforma dove confrontarsi sui

Maastricht