I viaggi delle feste- 1) a Salisburgo per magia

Share

Ci sono tanti modi per arrivare a Salisburgo. Forse il più praticabile è la magia.

Nei dintorni della città  si trova la grotta ghiacciata più grande d’Europa. Quarantadue chilometri di ghiacci e sentieri tutti da esplorare. Anche se visitabile è solo il primo chilometro e mezzo e la grotta è aperta solo d’estate. Ma questi sono dettagli. Si dice che nella parte più profonda abiti una popolazione sconosciuta. E nonostante vivano nascosti, lontani da sguardi umani, sempre, regalano l’inverno alle persone a cui è stato portato via. Così succede che leggeri come un fiocco di neve ci si ritrovi sopra il cielo di Salisburgo per planare in un caffè. Proprio di fronte ad un cappuccino ed una porzione di Salzburger Nockerl, il soufflé meringato che rappresenta le tre montagne che circondano la città.


Poi gironzolare senza meta per Getreidegasse: dentro/fuori dai negozi? uno sguarda alla casa di Mozart? Mentre tra un pensiero e una parola  si programmano  le giornate sugli sci, quelle sulla strada alpina del Glossglockner, nel cuore del Parco Nazionale degli Alti Tauri.
Certo la magia deve mantenere un po’ di discrezione, dunque preparatevi, perché vi verrà a prendere nel cuore della notte. (Per dare una mano al fenomeno su Visit Austria la ricetta del Salzburger Nockerl) Elisabetta Guida

I commenti sono chiusi.