Una foresta incantata

Share

©ElisabettaGuida

C’era una volta una foresta incantata nascosta da una coltre di neve. Anche se la prima impressione di solito era quella di trovarsi di fronte una tovaglia di cotone.  Ma bastava che vi cadesse sopra qualunque cosa… e magia: si trasformava in quello che era nel cuore. Prendete il torsolo bianco, quello delle arance, è bastato un frammento ed è diventato un albero imbiancato. E siccome niente succede per caso, chissà a cosa sarà destinato… Tra l’altro, sapevate che fate e maghi abitano lì vicino? Comunque sia, sembra che sarà destinato a diventare la casa di qualche gufo. Animali magici, viaggiano anche nei mondi ultraterreni. E a proposito si vocifera che l’esemplare destinato a questa pianta speciale abbia grandissimi poteri. D’altra parte non avrebbe potuto essere altrimenti. Una sistemazione del genere gli darebbe garanzia dell’anonimato. E poi in questo luogo incantato avrebbe la tranquillità garantita dagli elfi; esserini piccolissimi, a volte riescono a nascondersi dietro una briciola di pane. Tuttavia la vera domanda è: perché tutto questo sul tavolo della mia cucina? Forse voleva scrivessi sul blog che niente è come sembra! Elisabetta Guida

 

Commenti chiusi