Tropical (di Gian Paolo Barbieri)

Share

Gian Paolo Barbieri – 1989 Tahiti Tattoos – Vintage gelatin silver print – Courtesy by 29 ARTS IN PROGRESS gallery

Gian Paolo Barbieri si riassume quando dice: “la bella donna è quella che ti seduce”.  Lui, che fu u fotografo di Vogue dal 1963 e sua fu l’idea di ricreare le spiagge tropicali in studio col semolino, racconta che sui set la seduzione è artificiale mentre è nell’aria. Invece la seduzione è nell’aria. Così, a un certo punto della sua vita lascia la moda e si dà alla vita vera.  E a guardare le sue fotografie non c’è molto più da vivere che da scrivere. Sembra di essere lì, che una goccia d’acqua arriverà a schizzarci: magia. Elisabetta Guida

Gian Paolo Barbieri – 1998 Seychelles – Hahnemühle Fine Art Baryta 325 gsm – Courtesy by 29 ARTS IN PROGRESS gallery

A Milano “In Viaggio”, la mostra di Gian Paolo Barbieri. Successivamente la mostra sarà visibile fino al 14 luglio. Per saperne di più: www.29artsinprogress.com. (29 Arts In Progress, Via San Vittore 13/15, Milano).

6 giugno: l’inaugurazione. Sono i suoi bianco e neri a sconvolgere, ancora prima delle inquadrature assolutamente perfette. Non so come sia possibile, perché le fotografie sono fotografie, ma in galleria le immagini sono ancora più profonde. Mi verrebbe da dire che permettono di entrare. E non è che ci si immedesima, ma è come essere con loro, sentirle. Quasi che ogni fotografia  fosse uno specchio magico da attraversare. Non ci sono barriere. Sarà che Gian Paolo Barbieri è riuscito a catturare l’essenza del momento, della persona… bellissimo.

©elisabettaguida

©elisabettaguida

Gian Paolo Barbieri alla galleria 29artsinprogress. ©elisabettaguida

 

Commenti chiusi