Il colore segreto di un luogo

Share

Paolo Pelligiani

(c)PaoloPettigiani, www.lumas.com

C’è un miraggio che si chiama Fata Morgana. Succede quando gli effetti del Miraggio Inferiore

l’aria vicino al terreno è più calda, meno densa e la luce si infrange in modo da far apparire gli oggetti lontani capovolti; ad esempio se in pieno deserto si ha l’impressione di vedere un lago mentre è solo il riflesso del cielo

e quello del Miraggio Superiore

l’aria vicino al terreno è più fredda, più densa, l’effetto della rifrazione sarà fare vedere cose che in realtà si trovano aldilà dell’orizzonte visivo

si sommano.

E se fosse tutto un Miraggio? Voglio dire il nostro occhio umano non è grado di vedere tutto il reale, e in aggiunta se basta una minima variazione per modificare il modo che abbiamo di percepire l’ambiente che ci circonda, immaginate quanto ancora possiamo scoprire.

Paolo Pettigiani è un fotografo che è riuscito ad immortalare l’invisibile; o almeno quasi, perché il risultato finale è dato dall’utilizzo di photoshop. Ospite di Lumas Italia per una serata, ha spiegato la tecnica dell’infrarosso -da qui il nome del suo progetto “Infrared”-. Ha raccontato che se non lavorasse sul bilanciamento del bianco l’immagine sarebbe dominata dal viola. E che per arrivare a fare questo tipo di fotografia ha dovuto modificare la meccanica della macchina fotografica.

Sembra che l’idea gli sia venuta passeggiando per Central Park, ne ha parlato come se fosse un mondo a parte rispetto alla città, e chissà, magari questo pensiero l’ha spinto a cercare l’immagine segreta del parco. Elisabetta Guida

 

I commenti sono chiusi