Un colpo di bacchetta magica e la tovaglia compare. Parigi, Maison et Objet 2017

Share

La Partie Carrée di James Tissot, via Wikimedia Commons

il Packaging della tovaglia PicNic di Studio March

La certezza è che non bisogna essere fiscali sull’idea di picnic. Meglio considerarlo un pranzo fugace, una pausa ritagliata nella bellezza o un

la carta da parati è di Wallanddeco., la fotografia è una cortesia dell’ufficio stampa

attimo di pace.

la chiccherina è di Khun Keramics e fa parte della collezione Alice nel paese delle meraviglie

Perché la tovaglia disegnata e creata dallo studio March è l’ideale da stendere sul prato, ma anche sopra il tavolo di una sala riunioni affollata, quando le parole sembrano non avranno mai fine.

La tovaglia Pic Nic così come appare

 

In poche parole, immaginate un grande foglio di carta spiegazzato, che però è di stoffa, si butta in lavatrice senza nessun retro-pensiero, ed asciuga in 1 minuto.

Non sembra comparsa con un colpo di bacchetta magica? Chiaro poi ci vuole il contrasto con un bel servizio di piatti, magari nello stile del cappellaio matto in Alice nel paese delle meraviglie. Ma l’effetto sarà trasformare il pezzetto di mondo che state abitando in un tappeto volante. Fosse solo per tempo di un tramezzino. Elisabetta Guida

Commenti chiusi