June/Giugno (luce da esterno)

Share

June, lampade da esterno disegnata per Vibia da Emiliana Design Studio

La ghirlanda June

Les Trés Riches heures du duc De Berry, via wikipedia.. Alle spalle la residenza parigina del conte. Il disegno che raffigura la fienatura è del XIII seccolo

Intrigante “june”, la luce da esterno disegnata da Ana Mir & Emili Padròs per Vibia. La forma è quella di un corpo celeste che gioca tra luce e buio. Insomma Giugno. Perché se da una parte del globo l’asse celeste inclina così tanto da far passare il massimo della luce possibile, dall’altra succede che comincia l’inverno. Curioso che Giugno, definito anche mese del sole e della libertà, derivi il nome da Giunone.

Giove e Giunone di Carracci via wikipedia

Dea importantissima la protettrice di Roma, divinità del parto (sembra che la lattea sia nata dalle gocce di latte del suo seno) e del matrimonio. Che certo, se si sta col principe azzurro: strade lastricate di felicità. Eeeh…ma se si è preso un abbaglio come dice Cassandra -una sacerdotessa di Apollo col dono della preveggenza- in “La Dea dell’Amore” di  Woody Allen: “Vedo disastri. Vedo Catastrofi. Peggio vedo avvocati“.  E Giunone per prima, sul punto, non è che fosse la Dea più fortunata dell’universo. Pare passasse il tempo a rincorrere Giove, che non perdeva occasione di tradirla. Ma si sa, il ciabattino ha le scarpe rotte. Elisabetta Guida

 

Commenti chiusi