All’aperto: fare ambiente

Share

Édouard Manet – Colazione sull’erba” Google Cultural Institute maximum zoom level, Pubblico dominio,

Alzatina in cartone Essent’ial

Certo si fa presto a dire “vita all’aperto” perché volendo la si può fare semplice, un po’ come Manet. Però è bello essere ricercati se lo spazio a disposizione lo consente.

E’ non è questione di bellezza ma piuttosto della possibilità di disegnarsi l’ambiente intorno. Senza neanche scegliere troppo tra fare uno spazio barbecue o un salotto.

Cucina da esterno su ruote Alpes-Inox con grill e friggitrice elettrica sostituibile con fuochi a induzione oppure a gas. Piuttosto che con quello che desiderato dal cliente

Non che una struttura architettonica in sè possa escludere qualcosa, ma immaginate come si assottiglierebbe la noia se pensassimo all’esterno come ad un’antica casa dei primi del 1900.

Perché alla fine se sono diventati possibili orti in vaso sui balconi, giardini storici fatti in una cassetta per la verdura, volete che non si possa ridurre una casa nobiliare ai minimi termini?

Poi chiaro, non avendo un giardino si può sempre decidere di trasformare casa in uno spazio verde. Elisabetta Guida 

  • Paola Lenti
    Paola Lenti
    Parete da esterno. Sulla base delle piante scelte da giardino o da orto e previsto il sistema di irrigazione
  • Paola Lenti
    Paola Lenti
    L'angolo di un esterno (ma potrebbe essere anche un interno) di una casa privata in Belgio.
  • Paola Lenti
    Paola Lenti
    L'ombrellone Mogambo, con seduta e tavolino
  • Paola Lenti
    Paola Lenti
    Cabanne è una struttura architettonica da esterno componibile. Nella fotografia ci sono due moduli, la sala da pranzo è definita da due pareti da esterno

Commenti chiusi