Maison et Objet. Universo Porcellana -con annessi e connessi-

Share

11 IX 2015

DSC_0154- Elisabetta Guida_RidottaTendenze in breve: La natura in tutte le sue sfumature.
Ceramiche: ho visto tanta porcellana biscuit –cottura senza lo strato di lucido, risultato: bianco opaco- colori neutri, intensi ma non brillanti, alcuni fioriti e disegni che sembrano fatti a china in nero. Pezzi color oro. Non vale per le maioliche sempre vitali colorate. Molte manifatture hanno giocato sulla forma, arrotondate e quasi mai simmetriche o al contrario linee essenziali e figure perfette; l’obbiettivo è raggiungere l’essenza, il naturale. La tradizione: porcellana giapponese e lo stile provenzale francese. 

DSC_0159 (2) Elisabetta Guida- RidottaDSC_0156_ Elisabetta Guida_RidottaReportage dal salone. E’ sempre una questione di punti di vista. Intanto la porcellana non DSC_0157 (2) Elisabetta Guida Ridottaè stata inventata dai cinesi ma da un coreano nel 1616, e la produzione Giapponese, che ha influenzato prima le manifatture di Meissen e DSC_0171 Elisabetta Guida- RidottaVincennes poi tutto l’occidente, erano oggetti fatti apposta sul nostro gusto.
Visto che lo stile cinese DSC_0169 Elisabetta Guida_ Ridottavendeva, approfittando dei tumulti e del blocco del commercio ad opera della Dinastia Qing, il Giappone cominciò una produzione DSC_0164_Elisabetta Guida_ Ridottaparallela -il paese del sol levante per il mercato interno DSC_0163 Elisabetta Guida_ridottacreava ceramiche raffinatissime- che sarebbe stata conosciuta come porcellana Imari, la città da dove le ceramiche partivano verso l’occidente.
Oggi sono questioni passate, DSC_0166 Elisabetta Guida_ Ridottatutta la bellezza è svelata. E per commemorare i 400 anni di produzione di porcellana, la prefettura di Arita, luogo dove si trovano (e si trovavano), le manifatture, ha scelto Parigi. Saranno state complici le DSC_0170 Elisabetta Guida_ Ridottaesposizioni universali che nel 1878 e nel 1900 la premiarono con il Grand Prize? E’ un fatto che a Maison et Objet sono andate le più importanti manifatture giapponesi, tra cui Gen-Emon fondata nel 1753, Fugawa-Seiji nel 1650 (oltre a Hatman, Kamachi-Totto, Kihara, Riso Porcelain e 224Porcelain). Parola d’ordine Tradizione&Innovazione.
DSC_0082 (2) Ridotta Elisabetta GuidaDSC_0051 Elisabetta Guida_RidottaDSC_0077 Ridotta Elisabetta GuidaCerto ognuno ha la sua cultura ed una volta che i segreti del caolino DSC_0071 (3) Ridotta Elisabetta GuidaDSC_0067 Ridotta Elisabetta Guidahanno messo piede su DSC_0056 Elisabetta Guida- Ridottaterra francese è iniziata una DSC_0070 Elisabetta Guida Ridottaproduzione tutta loro.
Alla maifestazione c’erano “Les Manifactures Royales St. Clement-Luneville-Niderviller”. La prima servì DSC_0066 ridotta Elisabetta GuidaMaria Antonietta, e a mettere le mani nella porcellana furono niente meno che Richard Mique -uno degli favoriti della regina-, Emile Gallè –il celebre precursore dell’art nouveau- e lo scultore Paul Louis Cyfflè. Neppure sono mancate le maioliche di Gien, in attività dal 1821.DSC_0061 Elisabetta Guida- Ridotta
DSC_0074 Elisabetta Guida - RidottaDSC_0072 Elisabetta Guida RidottaCosì mentre mi aggiravo tra i marchi storici della ceramica francese, circondata dallo stile romantico provenzale, pensavo ai paesaggi che scorrevano sui finestrini DSC_0063 Ridotta Elisabetta Guidadel Tgv, la forma delle scarpe che la maggioranza dei francesi indossa (fonte: la linea 1 della metro delle 8 del mattino), l‘architettura che mi stava attorno e aggiungo tutto DSC_0062 Elisabetta Guida_Ridottail lino grezzo che ho visto.  Il punto è come si DSC_0065 Ridotta Elisabetta Guidaconiuga “la campagna” lo stile re sole, e l’assoluta contemporaneità della Francia?  Forse è l’essenza dell’arte gotica la risposta, vale a dire la spinta verso l’alto. Che l’effetto della rivoluzione francese sia stato quello di dare la possibilità a un intero popolo di esprimere la propria regalità?
DSC_0102 (2) Elisabetta Guida RidottaSembrerebbe. A considerare la questione da un punto di DSC_0099 Elisabetta Guida Ridottavista sonoro basterebbe la lingua, vocali e consonanti che si arrotolano e volano tra le nuvole. DSC_0097 Ridotta Benedicte VALLE oPERA_Elisabetta GuidaMagari leggere come le sculture di Benedicte Vallet, DSC_0098-oPERA bENEDICTE vALLè_ Elisabetta Guida- Ridottafatte di ceramica, fibra di lino e canapa.
Quest’anno a Maison et Objet la natura è sovrana. Sottotitolo della manifestazione avrebbe potuto essere “il giardino semovente”, l’installazione all’ingresso del Padiglione 7, dove fiori rigogliosi, cresciuti sul soffitto e sulle pareti come se non esistesse la forza di gravità, si muovevano intorno a chi (dopo una lunga fila) riusciva ad entrare.
DSC_0180 (2) Elisabetta Guida RidottaDSC_0181 (2) Ridotta_ Elisabetta GuidaDSC_0176 (2) Ridotta Elisabetta GuidaNel complesso mi è parso che a caratterizzare questa edizione sia stata la DSC_0178 (2)_ Elisabetta Guida_RidottaDSC_0177 (2) Elisabetta Guida_ridottaricerca della semplicità.
Prendete Kuhn Keramik, una manifattura che vorrebbe DSC_0018- Ridotta Elisabetta Guida
DSC_0033 Ridotta Elisabetta GuidaDSC_0026 Elisabetta Guida Ridottaporsi in rottura rispetto alla tradizione. Ebbene la sua è una irriverenza assolutamente chic. Il bianco su piatti disegnati a china, i DSC_0015_ Elisabetta Guida_RidottaDSC_0020 Ridotta Elisabetta Guidaprofili asimmetrici e qualche raro particolare dorato, -il manico della chicchera da caffè- hanno la semplicità della bellezza.
I grandi marchi come il Rosenthal Sambonet Group si sono posti su questa lunghezza d’onda: eleganza pulita resa con DSC_0112 Elisabetta Guida_ RidottaDSC_0113 Elisabetta Guida_Ridottacolori neutri, il bianco e nero, qualche fiorito ma per loro simmetria assoluta.
Come concludere se non ricordando Michiko Seki col suo marchio “Ceramichi” ed un’altra artigiana sempre giapponese incontrata per le vie del Marai che vendeva le sue creazioni per la tavola in angolo di fortuna? Bella la sua determinazione alla faccia del marketing. Purtroppo ho perso il biglietto da visita nei meandri dei miei bagagli. Elisabetta Guida

 

Tutte le fotografie sono mie. Sotto qualche altra immagine di Au Bain MarieGuy DegrenneDSC_0185 Elisabetta Guida_Ridotta DSC_0187 Elisabetta Guida_Ridotta DSC_0186 Ridotta Elisabetta Guida

DSC_0049 Ridotta Elisabetta Guida DSC_0045 Elisabetta Guida Ridotta DSC_0050 Ridotta Elisabetta Guida

 

Commenti chiusi