L’uomo di Cleofe Finati, collezione 2017

Share

151242b18-1309_95_C_1413185834097916700925c48ad748e6a167f62e3bc2b903a4fPer esprimersi non ci si deve fermare davanti a niente. Neppure di fronte a marchi che creano abiti da cerimonia. E il motivo è che mondo gira al contrario. Vivendo in un secolo in cui le persone per tutta la vita si lasciano comandare a bacchetta da diktat di stilisti d49d57eab35cebd43b0d38ce86444e97che senza il marketing non venderebbero71_1372404662000297600 (2) neppure un paio di stringhe per le scarpe, è ai negozi che puntano al giorno del sì che bisogna guardare: perché per quella occasione i condizionamenti si volatilizzano.

Tra l’altro sono il regno dell’accessorio: 7.15611-1 b82 FABRIC 171 C62P-2 LIMITED EDITION ridotta3d538e29a1426887d43fbf4cf126b8c2 ridottaoggettini passepartout per qualunque vita o occasione ci si trovi ad affrontare. Scarpe, cinture, gemelli disegnati per accordarsi all’animo di chi le porta. Ma anche bastoni da passeggio, l’oggetto di lusso che qualunque dandy avrebbe dovuto avere.

E a proposito lo scorso 22 maggio a Milano, presso Terrazza Martini, Cleofe Finati ha presentato la collezione uomo 2017.67df6e83ee9be9c45103416e7efc5d3a61bdc769a8fa8aa0320c123b9ca06ec3

Certo sono abiti, se indossati ogni giorno, per chi sceglie di essere e non di apparire. Bisogna avere personalità fosse solo per scombinare un completo ed abbinare i pezzi della 7.12501-2 b86 FABRIC 339 C664-16 LUXURY (2)collezione ad abiti più consueti. Ovvio una marsina è sempre un soprabito ma con molto meno fascino: sarà per il tempo, la storia che evoca, l’essere al di là della moda. Per esempio la camicia con i polsini di pizzo: pensate è nata col barocco e veste l’idea Kantiana secondo cui la conoscenza dell’uomo sarà sempre relativa.9c5d9e156212a95d4814d565bc58c00a

Ma al di là, con il guardaroba è bello giocare, d’altra parte siamo nati liberi, dunque perché non vestirsi di conseguenza sempre? Un principe farebbe così, e al diavolo Pitti Immagine con tutti i suoi clichè. Elisabetta Guida

Per le fotografie ringrazio l’ufficio stampa.

Per saperne di più: http: www.cleofefinati.com

Commenti chiusi