L’arte del gusto: Tesori nascosti a studio dimore collection. Atto 4: Meduse Luminose e sapori di mare

Share

DSC_0127 ridotta Elisabetta GuidaFrivolo è bello. Diffidate di chiunque sostenga il contrario. Sono solo persone ottuse che di sicuro non vi capiterà di incontrare da Studio Dimore Collection.

Per quello che mi riguarda lo posso garantire per la serata della prima, quando è andato in scena l’ultimo atto dell’arte del gusto: meduse luminose e sapori di mare. Anche se è facile prevedere che si terranno alla larga dal negozio fino a quando ci sarà anche solo 1 opera di Daniela Forti: un artista del vetro con l’abilità di fare della scultura portali magici.

DSC_0067 (2) ridotta Elisabetta GuidaPotere della leggerezza.

Ricordate? nel 2013 era balzata agli onori della cronaca la notizia per cui le sirene esisterebbero davvero. Pare che un sottomarino in Groenlandia che alla ricerca di giacimenti petroliferi e gas naturali ne abbia avvistata una, e che il governo locale di Kyriat Ram in Israele abbia offerto una rilevante somma di denaro -circa 700.000 euro- per chi portasse una prova risolutiva in proposito.

DSC_0083 Ridimensiona Elisabetta GuidaOra, entrate dovunque ci sia un vetro di Daniela Forti e vi sentirete trasportare dalle correnti marine per acque cristalline, leggeri e beati, accarezzati da masse liquide. Non dico che arriveranno a crescervi le pinne, però un po’ sirena vi sentirete. Di sicuro sarete là dove vivono queste magiche creature: sospinti forse nella baia di Jeranto per sedurre un altro Ulisse, magari semplicemente da Studio Dimore Collection a casa vostra, non importa. L’acqua arriverà e l’incantesimo avrà la forma di una medusa che si muove sinuosa e trasparente nelle profondità del mare.

800px-Bucht_am_Golf_von_NeapelDSC_0081 (3) Ridotta Elisabetta GuidaPare che le cose buone nascano dalla casualità. E certo al caso si può dare qualunque significato, fortuna, destino, karma o addirittura intervento divino.  La verità è inafferrabile come un profumo. Ci si trova con un elenco di esperienze o dati di fatto ma su come leggere ed interpretare tutto questo comanda la soggettività. Per DSC_0091 Ridotta Elisabetta GuidaDaniela Forti è stato abitare in una casa a Roma, proprio sopra una bottega dove si lavorava il vetro. Poi è arrivata la passione per questo materiale, che tra l’altro a per componente principale la sabbia. Quindi il mare, l’eleganza delle meduse, la tecnica della vetro fusione portata allo stremo.

Morale della storia: fino a quando potremo farci rapire dalla bellezza, chi se ne importa di sapere come e perché. Elisabetta Guida

Le opere sono state selezionate da Piecing Eyes, ed Apulia Excellentia ha offerto durante la serata una degustazione di vini bianchi.

Autori: Studio Dimore Collection e Piercing Eyes
Attori Protagonisti: I vetri di Daniela Forti  E il vino di Apulia Excellentia.

Crediti: le fotografie sono mie eccetto l’immagine della Baia di Jeranto che appartiene a “Bucht am Golf von Neapel”. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

DSC_0102 (2) ridotta Elisabetta Guida DSC_0106 ridotta Elisabetta Guida (2) DSC_0108 Ridotta Elisabetta Guida (2) DSC_0122 (2) ridotta Elisabetta Guida

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *