Cersaie 2017: dove c’è design, c’è vita

Share

©elisabettaguida

25 Maggio 2017- Questa mattina alla Piscina Caimi di Via Botta a Milano c’è stata la presentazione dell’ottava edizione di Cersaie, -la Fiera dell’arredo bagno e della ceramica- dal 25 al 29 settembre a Bologna. Pensiero generale: dove c’è design c’è festa. Gli unici ad avere capito che bisogna coinvolgere e non disdegnare (conti alla mano)?

©elisabettaguida

Infinite le iniziative, tra cui una design week: il fuori Cersaie. l’idea sarebbe giornata in fiera e serata in città,  visto che dal pomeriggio di Martedì, e fino a Sabato notte (prevista per Mercoledì la notte bianca), Bologna si animerà con eventi e feste non necessariamente legate all’arredobagno.

©elisabettaguida

Ma, d’altra parte  è questa la caratteristica di Cersaie: l’essere un elisir di italianità, tutto quello che di bello facciamo e che all’estero desiderano per arredare hotel, spa, case principesche. Non che appartamenti piccoli e grandi siano esclusi. E’ stata confermata l’iniziativa “disegna la tua casa”: si entra nei padiglioni della Fiera con un idea che frulla nella testa e si esce con un progetto (volendo anche con quanto necessita per la realizzazione pronto per la posa).

©elisabettaguida

Confermato anche il Premio Pritzker con la tradizionale Lectio Magistralis tenuta dal vincitore l’anno successivo. Così come la collaborazione con ADI -l’Associazione Design Industriale che assegna il prestigioso Compasso d’Oro- i cui commissari passeranno per gli Stand della fiera alla ricerca dei prossmi “Must”. E a proposito, spostando il soggetto sui geni creativi, i designer di fama internazionale non mancheranno.

©elisabettaguida

Ed è importante, non tanto per l’allure divistica che inevitabilmente portano con sé, piuttosto per il loro dono, la loro scintilla divina, la capacità di vedere il mondo da un altro punto di vita, e solo parlarci è come far prendere aria al cervello (o almeno così è capitato a me con Massaud).

©elisabettaguida

Perché la cultura è vita. Ed il cuore di  Cersaie è oltre il prodotto.  La mostra evento 2017 sarà “Mille Luci”, come il varietà rai del 1974 dove ogni puntata aveva un tema specifico, qui ci saranno una serie di scenografie, ognuna ispirata ad un film e lo spettatore sarà immerso in immagini e musica. Protagonista: la luce.

©elisabettaguida

Per il resto s’è parlato nello specifico dei padiglioni 29 e 30, costruiti per un utilizzo temporaneo negli anni 70, ma tutt’ora in funzione (anche se dopo il Cersaie sembra saranno abbattuti). Ebbene, s’è cercato di renderli più eleganti, mitigandone l’aspetto vintage.  Poi  -stavo dimenticando- nell’area 49, dove alcuni maestri piastrellisti saranno impegnati nella posatura per la realizzazione di un manufatto architettonico, mercoledì pomeriggio irromperà un coro che intonerà antichi canti di lavoro.

Insomma bisogna andare! Sul sito www.cersaie.it la possibilità di avere biglietti gratuiti, e con i loro potenti mezzi l’ufficio marketing sta cercando di strappare tariffe super vantaggiose per treni ed aerei. Elisabetta Guida 

Commenti chiusi