L’India (e il mondo) secondo Patricia Urquiola

Share

Ci sono tanti modi di guardare il mondo, quello di Patricia Urquiola è la curiosità. L’altro giorno guardavo su YouTube una sua Lectio Magistralis all’Università di Chicago, raccontava di come tutti i giorni cerchi di uscire dalla Confort Zone. Credo sia questo l’elemento che più la rappresenta. L’ho incrociata nei…

Continue reading

Tra materiale e immateriale. Mangiare nei Paesi Bassi.

Share

Cipolla, sedano, carota, una spruzzata di vino bianco, e le cozze che sfrigolano per qualche istante, poi il profumo che come un tappeto volante scivola via.  Come se approfittasse della finestra aperta e portasse in un tempo lontano. Quando la Zelanda aveva altri confini, un’altra forma; d’altra parte i Paesi…

Continue reading

L’orto in terrazza di Cornelius Gravril & PiuArch

Share

Cornelius Gravril, solo il nome evoca l’autore di antichi erbari. Ma non di quelli collocabili storicamente che si ritrovano nelle biblioteche, più un vecchio giardiniere o uno studioso dell’epoca del Mago Merlino. Invece tutto il contrario, architetto di natali contemporanei, si definisce un pomodoraio; ed effettivamente il pallino dell’orto ce…

Continue reading

L’Austria è il posto giusto

Share

Qualche pesce d’aprile fa, Nature aveva pubblicato un articolo nel quale si diceva che i Draghi sarebbero realmente esistiti. Scoperta dovuta al ritrovamento di alcuni documenti alla Oxford ‘s Bodleian Library, attribuiti al monaco Godfrey of Exmouth. A ulteriore suffragio tutta la cultura antica: la letteratura greca, i miti dello…

Continue reading

Miracoli pret-a porter. Tra Palazzari (ceo Nemo) e Ciardi (impressionista)

Share

E’ strano come la luce porti tutto con sé. Viene da pensare a quelle teorie per cui gli esseri umani sarebbero un esperimento degli dei o siano manovrati da qualche entità extraterrestre. Insomma ci sia qualcosa al di fuori che prenda il sopravvento. Perché ci sono serate che sembra che…

Continue reading